Statistiche accessi

Fondo dell’editore

Fondo dell’editore

Fondo dell'editore de Le Sociologie

di Domenico Condurro

La Sociologia intesa come principi teorici di Scienza Sociale non è più sufficiente. Così come è fondamentale e propedeutica l’opera accademica, gli studi, la formazione sulle materie nei corsi di laurea, allo stesso modo risulta oggi indispensabile, necessaria, una specializzazione ed applicazione concreta nelle infrastrutture sociali presenti sul territorio, nei gruppi, tra la gente, delle metodologie, delle tecniche, dei saperi di una disciplina scientifica applicata alla società, alle relazioni umane, che la Sociologia rappresenta da quando è sorta, in maniera unica e inequivocabile. In un’era di comunicazione digitale in pieno svolgimento, affermazione e continuo sviluppo, esasperata per certi versi, tumultuosa, nasce la necessità di un organo massmediatico che rappresentasse quei principi, quegli strumenti cognitivi e quelle applicazioni metodologiche oggi più che mai utili a fornire un quadro più chiaro, definito, delle dinamiche sociali e delle relazione umane: dai rapporti di potere istituzionale tra autorità, alle analisi di strategie di sviluppo economico, dalle dinamiche sportive alle aggressioni nei confronti dei più deboli, dei diversamente abili, solo per citare qualche esempio. Una testata giornalistica atipica: per quanto esperti di comunicazione, i sociologi non sono giornalisti. Si spiega così il taglio degli articoli, ma anche e soprattutto la forma, i colori, la disposizione dei quadranti e dei pulsanti del sito: un’idea d’insieme, compatta, ma che poi si diversifica in un continuum di colori e principi, dipanandosi in molteplici rivoli di conoscenza, approfondimento, analisi, valutazioni (non giudizi), abbracciando anche materie di prossimità, delle umane relazioni: una visione completa del sapere sociologico che si proietta al servizio delle persone. Una vision che intende evolversi pragmaticamente in mission, applicata, concreta: non uno strumento teorico distaccato dalla realtà o peggio ancora utilizzato solo da qualche élite o professionista isolato, a proprio uso e consumo, ma la diffusione di metodologie, tecniche e principi, a beneficio della realtà sociale in cui si è immersi, in cui si vive, quotidianamente: tutti i sociologi sono chiamati a compattarsi, a fare gruppo, a diffondere in maniera tanto coesa quanto eterogenea, le molteplici possibili applicazioni di una scienza che mai come ai giorni nostri si dimostra essenziale per affrontare al meglio le innumerevoli sfide che la vita ci sta drammaticamente presentando, mai come in questo ultimo, drammatico triennio per l’intera popolazione mondiale globalizzata.

Questa la nostra sfida, la sfida delle Sociologie, una denominazione volutamente omnicomprensiva, partecipativa, inclusiva, scelta per raggruppare, per unire, per abbracciare. Una testata costruita con impegno e dedizione, che intende crescere e professionalizzarsi giorno dopo giorno sempre di più, garantita e protetta dalle tecniche e dal sapere giornalistico. Per collaborare con le istituzioni, per offrire un supporto al benessere sociale collettivo, in maniera chiara, precisa, appassionata e professionale, insieme.

Write your comment Here