Statistiche accessi

Dibattito sull’identità cilentana Proiezioni sulla cilentanità nell’identità della Restanza

Dibattito sull’identità cilentana Proiezioni sulla cilentanità nell’identità della Restanza

Dibattito sull'identità cilentana
Proiezioni sulla cilentanità nell'identità della Restanza

del prof. Angelo Paolo Perriello
esperto di Territorio e Relazioni internazionali

L’identità evolutiva delle comunità che resistono soprattutto nel Cilento è presentata attraverso racconti pedagogici nel romanzo dal titolo Paradiso.
I singoli racconti assumono la funzione organica di “concentrare la luce” sui valori, gli usi, i costumi, le tradizioni, le credenze, le ansie, le aspirazioni, i miti, eventi storico culturali, editi e non editi, sempre interessanti e affascinanti, che hanno caratterizzato i piccoli borghi rurali a vocazione agrosilvopastorale.
Nella odierna società dei consumi, della grande distribuzione globalizzata, delle telecomunicazioni questi borghi sono esposti al rischio dello sgretolamento della loro preziosa identità e insieme alle comunità più urbanizzate vanno perciò preservati, protetti, valorizzati e promossi. La loro trasformazione in centri di elaborazione e sviluppo di accordi di cooperazione internazionale per la difesa, la tutela delle loro risorse naturali, vitali per la loro economia quasi sempre monofamiliare, e la conquista di spazi sempre più ampi nel contesto mondiale rappresenta un protagonismo su cui investire.
Questo processo di coesione e di crescita, di apertura dei modelli culturali, è stato avviato presso comuni del Cilento e presso comuni di altre nazioni UE.
Il consolidamento di questa direzione è stato possibile assicurarlo attraverso la tipologia del testo di accordo di cooperazione internazionale, per i liberi scambi, la pace, la fratellanza, l’amicizia, per il dialogo, interculturale e interreligioso, ed è in corso, nell’area Euromediterranea, con la centralità nel comune di Gharb, Gozo, Malta.
Questa narrazione ha l’obiettivo di determinare e istituzionalizzare un “sistema delle relazioni”, includendo le municipalità, le scuole, le università, le imprese e start up sociali e innovative, i cittadini.
Con l’auspicio sentito che quanto fatto ed analizzato nel corso della video conferenza del 26 Novembre 2022 promossa dall’Associazione Progetto Centola e dal Gruppo Mingardo/Lambro Cultura sia di beneficio per il progresso delle nostre genti e delle future generazioni.

Write your comment Here