Statistiche accessi

“Il welfare di fronte alle sfide globali: sostenibilità, co-progettazione, innovazione”

“Il welfare di fronte alle sfide globali: sostenibilità, co-progettazione, innovazione”

di Domenico Condurro

A Napoli, il 20 e 21 ottobre, nelle sale di Palazzo Armieri, la Sezione Politica Sociale dell’Associazione Italiana Sociologi, ha organizzato uno stimolante quanto coinvolgente Convegno, dal titolo “Il welfare di fronte alle sfide globali: sostenibilità, co-progettazione, innovazione”.
Prendendo spunto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e alla luce del recente Piano Nazionale degli Interventi e dei Servizi sociali, si è proposta una invitante riflessione sugli scenari futuri e le nuove opportunità.

Il Convegno, ricco di spunti e relazioni di alto profilo, ha consentito anche un importante confronto tra ricercatori e studiosi di politica sociale e di welfare, di provenienza accademica, dall’Università di Bari, alla Cattolica di Milano, dalla Bicocca, all’Università di Trieste, Bologna, Messina, Venezia, Palermo, da Roma Tre, La Sapienza e Università di Salerno, con significative e innovative aperture al coinvolgimento dei professionisti attivi nei servizi, all’inclusione degli operatori pubblici e degli amministratori locali, ai sociologi che operano quotidianamente sul territorio, nelle comunità, come i sociologi dell’Ans.

L’Associazione Nazionale Sociologi, nella figura del presidente nazionale Zocconali, che ha inviato i suoi saluti a corredo di una breve e incisiva introduzione come contributo ai lavori, ha partecipato con vivo interesse e attenzione, grazie agli interventi introduttivi del presidente del dipartimento Campania, Condurro, e ancor di più con la partecipazione di propri esponenti ai tavoli delle sessioni di lavoro:
Assi strategici del settore sociale e impatto delle riforme”, con Claudio Roberti (chair: Mara Sanfelici, Università di Milano – Bicocca),
Coesione territoriale e relazioni pubblico, for profit e non profit”, con Sergio Mantile (chair: Matteo Moscatelli, Università Cattolica di Milano),
Politiche territoriali sostenibili e Terzo Settore” con Domenico Condurro (chair: Carlotta Mozzana, Università di Milano-Bicocca).

Dati, analisi, valutazioni, prospettive, il tutto in un’ottica relazionale di aperto confronto e dibattito critico e costruttivo, da cui è emerso soprattutto l’esigenza di considerare la diversità dei sociologi, delle sigle di appartenenza, della formazione, delle specificità dovute al percorso di studi o esperienziale, nei progetti, nelle attività professionali “non accademiche”, come ricchezza. Le difficoltà dei giorni di oggi, la complessità della società attuale, le criticità epocali come una pandemia e un conflitto nel cuore dell’Europa, devono considerarsi come un impulso, le difficoltà vanno affrontate come opportunità, per analizzare e agire insieme, come categoria, come professionisti, uniti, per il bene della società in cui viviamo e perché questo rinato fervore della nostra beneamata sociologia, questa attenzione che le viene riservata a livello massmediatico, nel linguaggio comune e in ambiti istituzionali, possa rappresentare davvero una grande occasione di sviluppo e progresso, per tutti i sociologi.

Write your comment Here